Miglior Autore

Eleonora Carlesi

Unchildren

All’origine i bambini di strada sono la conseguenza della politica a sostegno dell’incremento del tasso di natalità che propose ceausescu, unita all’estremo impoverimento degli ultimi anni del regime in romania .per poter entrare a far parte della comunità europea ,la romania ha dovuto arginare questo fenomeno creando delle strutture per accogliere questi bambini che oggi sono anche i figli di quei ragazzi cresciuti in strada. molteplici sono, anche oggi, i fattori che portano a fenomeni di abbandono dei minori.gli ospedali e gli orfanotrofi ospitano mediamente un totale di 60 mila orfani che difficilmente riescono ad essere adottati,ed è per questo che i commercianti illegali di bambini speculano sulla vendita degli stessi.e' quello che è successo a g. è stata comprata all'età di 14 anni da un uomo,ha avuto il suo primo figlio a 15 anni,adesso ne ha 25 e 4 figli avuti dal suo padrone

Primo Premio Tema Libero

Giovanni Casini

Bodyguard

Secondo Premio Tema Libero

Angelo Abate

Tetris love

Terzo Premio Tema Libero

Claudio Simunno

Albini africa

Primo Premio Tema Natura

Emanuele Natali

Oggi non è giornata

Primo Premio Tema Natura

Roberto Cella

Misumena vatia 2

Secondo Premio Tema Natura

Marco Urso

Twist

Terzo Premio Tema Natura

Domenico Mangione

Fuoco, acqua, terra, aria

Primo Premio Tema Portfolio

Marco Di Traglia

La lunga sosta

Il progetto è stato realizzato a quattro mani da di traglia marco ed alita spano una sosta che dura da anni. il simbolo della mobilità, della vacanza, degli spostamenti, è ancorato a terra. la carovana si è arrestata e non è più ripartita. la vita scorre intorno ad una roulotte senza ruote, nella sua semplice quotidianità. in una radura a pochi passi dalla statale, le esistenze di quattro persone si sono assestate, e convivono come in un piccolo vicinato, trascurate dal traffico che scorre incessante pochi metri più in basso. il nostro intento è raccontare i momenti di tante giornate trascorse all'ombra di una roulotte decadente.

Secondo Premio Tema Portfolio

Carlo Pellegrini

Terzo Premio Tema Portfolio

Cinzia Canneri

Come due ali

Questo progetto nasce dal desiderio e dalla necessità di raccontare il dolore delle vittime di amianto, sia di coloro che sono state colpiti direttamente dall'esposizione a questa fibra sia dei familiari che sono sopravvissuti o vivono sapendo di perdere chi amano. la visione proposta non è caratterizzata da una descrizione della problematica in relazione diretta con l’amianto, ma dall’incisione della malattia nella vita quotidiana, intima e psicologica delle persone coinvolte. anche le immagini dei territori dell’amianto sono esplorate per investigare il rapporto percettivo, visionario e immaginifico che gli abitanti di queste terre possono aver sviluppato. in italia la legislazione proibisce l'utilizzo e la commercializzazione di questo minerale solo dal 1992, ma ancora molti siti devono essere bonificati. l'oms stima che 107 mila persone muoiono all'anno nel mondo e di queste 4000 in italia. il problema é attuale e non discusso, perché il picco delle morti é previsto tra il 2015 e il 2020, avendo questa fibra un'incubazione di 20-25 anni. oggi molti paesi in via di sviluppo, quali la russia, il brasile, il kazakistan, l'india e il giappone, producono ancora amianto e non vi é una regolamentazione internazionale. il titolo del progetto nasce da un’immagine metaforica di un malato di mesotelioma che disse: “i polmoni sono come due ali…”

Premio Paesaggio

Dino Odoardo Gibertoni

Il casolare 3

Premio Sport

Adolfo Ranise

Moonbeam iii

Premio Ritratto

Giulio Montini

Omaggio ad un grande uomo

Premio Street

Pietro Di Giambattista

Premio Elettromar

Giulia Del Ghianda

La grande mela 2

Premio Maresi

Massimiliano Bencivenni

Litigi familiari

Premio MorisFarms

Alessio Cipollini

Cerura vinula

© Copyright 2010-2020 - Fotoclub Follonica BFI - Privacy policy - Cookie policy